ArkoMedia : Instagram stories e Shoppable post per incrementare le vendite del tuo e-commerce

Nel mondo del Social Media Marketing è stata recentemente presentata una novità assai interessante, la quale ha saputo subito catalizzare l’attenzione dei professionisti del settore e di tutte le aziende che vendono in rete: l’e-commerce infatti andrà ad “incontrarsi” con Instagram in una modalità assolutamente innovativa.

Shoppable Post: ecco cosa sono

La novità in questione corrisponde ai Shoppable Post, ovvero dei post in Instagram in cui è data la possibilità di taggare i prodotti visualizzati e di conoscere in modo immediato e funzionale le relative informazioni commerciali.
Immaginiamo che la foto in questione ritragga una persona: cliccando sull’apposita icona, la quale raffigura appunto una “shopper”, è possibile visualizzare il tag relativo agli indumenti indossati, come potrebbero essere ad esempio una giacca, un paio di scarpe, una cintura.
Visualizzando il tag il lettore può dunque conoscere non solo il nome del prodotto, ma anche il relativo costo.
E se ha intenzione di comprarlo? Nulla di più semplice: con un semplice click ha infatti modo di “atterrare” sulla scheda prodotto dell’articolo in questione, dalla quale può dunque completare il suo acquisto in pochi semplici click.

Cosa fare per poter utilizzare gli Shoppable Post

Quella in questione è una novità davvero molto interessante, e prima di fare il punto su ciò che potrebbe implicare a livello di Marketing è utile sottolineare in che modo si può cogliere quest’opportunità per incrementare le proprie vendite online.
Anzitutto va detto che gli Shoppable Post di Instagram riguardano, attualmente, solo alcune nazioni, di conseguenza per poter intraprendere questa strategia di Web Marketing è necessario che l’azienda abbia sede in uno dei Paesi in cui quest’opzione è attiva.
L’Italia rientra assolutamente tra questi, se pur solo da breve tempo, e va ad affiancarsi agli Stati Uniti, la prima nazione che ha accolto questa novità, al Canada, all’Australia, alla Francia, alla Spagna, alla Germania e al Brasile.
Instagram prevede una serie di normative che disciplinano le vendite, di conseguenza è fondamentale che l’azienda rispetti queste disposizioni in modo rigoroso.
Il profilo Instagram in cui verranno visualizzati gli Shoppable Post dovrà essere convertito in un profilo aziendale, laddove non lo sia già, ed è necessario che venga ricollegato a un catalogo Facebook: quest’operazione può essere effettuata direttamente dalla pagina Facebook dell’azienda, oppure utilizzando piattaforme quali BigCommerce o Shopify.
Dopo questi step Instagram dovrà approvare l’attivazione della funzione Shoppable Post, e di norma è necessario attendere solo pochi giorni.

L’importanza di una gestione professionale

Non è una rarità il fatto che, dal punto di vista tecnico, gestire un Social Network sia piuttosto semplice, e questo caso non fa eccezione.
Il mero compimento di tali operazioni, tuttavia, non può affatto essere considerato una garanzia assoluta di successo, anzi l’esperienza e la professionalità sono determinanti per riuscire a conseguire i risultati auspicati.
Alla luce di questo, vediamo subito quali possono essere dei consigli preziosi affinché la strategia dei Shoppable Post possa rivelarsi più fruttuosa possibile.

La chiarezza dei tag

nzitutto è sicuramente un buon suggerimento quello di evitare che troppi tag creino confusione sull’immagine: taggare contemporaneamente più prodotti sul medesimo post è possibile e può anche essere molto utile, in modo da incrementare il “potere” di Marketing della singola immagine, ma esagerare sarebbe un errore.
Il navigatore deve comprendere in modo nitido e inequivocabile qual è il tag del prodotto a cui si sta interessando, altrimenti vi è il concreto rischio che lo “shoppable” ne risenta in efficacia.

Non trascurare i contenuti testuali

Sebbene Instagram sia un Social fondato sull’impatto visivo sarebbe un errore trascurare i contenuti testuali, e questo discorso vale negli Shoppable Post e anche nelle schede prodotto dell’e-commerce su cui verrà fatto “atterrare” l’utente.
É sicuramente l’immagine a “colpire” e ad invogliare ad acquistare un prodotto, ma il navigatore attento pretende a giusta ragione di avere tutte le informazioni del caso in modo da poter compiere il suo acquisto in modo consapevole.

Foto pubblicate: qualità, ma anche informalità

La qualità delle foto è importante per colpire chi le osserva, certamente, ma è anche vero che su questo Social riescono ad avere successo anche le immagini più semplici, quelle scattate con la stessa informalità con cui siamo abituati a fare “click” sulla fotocamera del nostro cellulare.
Questo assume una rilevanza particolare soprattutto per quel che riguarda le Instagram Stories, dei contenuti che meritano senza dubbio un approfondimento a parte.

Le Instagram Stories e gli altri contenuti temporanei

Fino a pochi anni fa eravamo abituati ad intendere i Social come degli spazi web in cui le immagini pubblicate sono destinate a conservarsi nel tempo, ammenoché ovviamente non si vada a cancellarle di proposito, tuttavia questa non è più una regola ferrea.
Da questo punto di vista l’applicazione Snapchat è stata precorritrice di una nuova tendenza, ovvero quella di pubblicare immagini destinate a restare online solo per breve tempo.
Questo nuovo modo di intendere la pubblicazione di immagini online ha riscosso molto successo, segno evidente del fatto che l’utente medio è assai attratto dai contenuti “effimeri”, quindi dalle immagini che rimangono online solo per un breve periodo e che devono essere “colte” per tempo.
Non è certamente per caso, d’altronde, se sono nate le ormai famosissime “storie“: storie su Instagram, su Messenger, su WhatsApp… tutti contenuti rigorosamente temporanei che riescono sempre a incuriosire gli utenti rendendoli estremamente attivi nelle loro visualizzazioni.

Instagram Stories e Shoppable Post

Si diceva dunque che la pubblicazione di fotografie impeccabilmente curate in ogni dettaglio non è una regola ferrea, e questo assume una particolare rilevanza proprio per quel che riguarda le Instagram Stories.
Uno dei segreti del successo di questi post temporanei è probabilmente correlato alla loro natura molto informale, al fatto di essere assai simili alle fotografie che ci capita di scattare tutti i giorni senza soffermarci nel valutare le angolazioni, l’illuminazione e quant’altro.
Quest’aspetto merita dunque la dovuta considerazione in quanto anche le Instagram Stories meritano di essere valorizzate al meglio con gli Shoppable Post: riuscendo a incuriosire in modo sempre così efficace gli utenti del Social, infatti, questi innovativi post sanno rivelarsi uno strumento di marketing molto efficace.

Non eccedere con i post commerciali

Se si parla degli Shoppable Post e della possibilità di sfruttare al massimo questa nuova funzione, è utile ricordare un aspetto che costituisce sempre una buona regola nel mondo del Social Media Marketing.
La finalità di questi post è ovviamente di tipo commerciale, sebbene ovviamente si debba fare in modo che ciò non risulti oltremodo esplicito agli occhi del navigatore, ma è sempre bene evitare di eccedere nei post che hanno questo taglio.
Una pagina Social è pur sempre una pagina Social (consentici la tautologia!), di conseguenza è fondamentale che agli Shoppable Post e ai vari post commerciali vengano sempre affiancati dei post esclusivamente comunicativi, o magari dei post che hanno come fine principale quello di coinvolgere attivamente gli utenti.

Una strategia da valorizzare subito

Tutto lascia immaginare che gli Shoppable Post segneranno una novità davvero molto importante nel mondo del Web Marketing, di conseguenza gli addetti ai lavori, oltre ovviamente alle aziende che operano tramite e-commerce, devono prestare la massima attenzione a questa nuova opportunità e magari riuscire a valorizzarla al massimo prima che si diffonda in modo massivo.
D’altronde l’importanza di Instagram è ormai sulla bocca di tutti: i giovani vanno matti per questo Social e lo considerano ormai un punto di riferimento imprescindibile, e anche il numero delle aziende che curano con rigore questo spazio web aumenta in maniera considerevole.
numeri di Instagram lasciano poco spazio ai dubbi: solo per quel che riguarda le ormai celebri “storie”, infatti, questo Social vanta 250 milioni di utenti giornalieri attivi, e tutto lascia immaginare che questa cifra non tarderà a crescere.

I “segreti” del successo di Instagram

Le caratteristiche che connotano questo Social, dunque immediatezza, semplicità ed essenzialità, hanno costituito un mix che si è subito rivelato graditissimo agli utenti.
Instagram è uno spazio web molto “leggero”, lo si frequenta per guardare, per togliersi qualche curiosità, per “ficcare il naso” nella vita di altri, che a loro volta ne sono ben lieti.
Instagram è dunque un Social fondato sull’intrattenimento, il Social ideale per le navigazioni di tipo Mobile, e questa “ricetta” ha saputo rivelarsi quanto mai azzeccata.
Vi è anche un altro fattore che merita di essere sottolineato: comunicando prettamente con le immagini, Instagram è un Social dalla grande vocazione internazionale, uno strumento che prescinde da quale sia la lingua parlata da chi osserva, e ciò non fa che accentuare il suo potenziale sul piano del Marketing.

Instagram e Marketing: non più vetrina, ma canale di vendita

Se si parla del legame tra Instagram e il Marketing è interessante sottolineare che questo Social fino ad oggi è stato inteso principalmente come una preziosa “vetrina”, dunque è stato utilizzato dalle aziende soprattutto per ragioni di visibilità, piuttosto che per l’ottenimento di un immediato e tangibile ritorno di business.
La nascita degli Shoppable Post potrebbe dunque sancire una nuova “era”: nell’ottica del Web Marketing Instagram, smette di essere una mera vetrina ed acquisisce un ruolo più attivo, diviene un canale in cui si può concretizzare una vendita con pochissimi click da parte del navigatore.
Questo nuovo binomio che Instagram va a formare con il commercio elettronico, dunque, ha davvero tutto per rivelarsi interessante, anche in relazione al crescente successo di questo Social e al fatto che sempre più persone si dedicano alla consultazione di “storie” e contenuti dal carattere temporaneo.
Come detto in precedenza, saper giocare d’anticipo rispetto ai competitor è molto importante, dunque riuscire a sfruttare al massimo questo nuovo canale potrebbe essere davvero prezioso per incrementare le vendite online.
Parallelamente all’aspetto più pratico, dunque quello correlato all’aumento del fatturato, offrire al pubblico questa nuova opportunità potrebbe rivelarsi per l’azienda un qualcosa di molto prezioso anche a livello di immagine e di Brand Reputation.