PayPal : Sei pronto per portare la tua impresa oltre i confini?

In Europa, l’e-commerce internazionale ogni anno cresce del 30% ed entro il 2020 conterà un giro d’affari di circa130 miliardi di euro[i]. Per i consumatori, fare acquisti sui siti internazionali significa avere accesso a prodotti di difficile reperibilità  nel proprio Paese e approfittare di prezzi più competitivi. Ne consegue che per i venditori gli scambi commerciali internazionali rappresentano una grande opportunità. L’impegno necessario per ottimizzare un sito per le vendite internazionali, tuttavia, a volte può scoraggiare.

In questo articolo troverai alcuni validi consigli per sviluppare la tua strategia di espansione all’estero, nonché uno zoom su alcuni fattori chiave e sugli ostacoli che potresti incontrare.

Preparati alle vendite internazionali in 4 passaggi

  1. Ricerca

Se hai in mente di vendere al di fuori dalla zona euro, informati bene sulle tasse, le tariffe nascoste ed eventuali cavilli legali locali che potrebbero ostacolarti e influire sul tuo fatturato.

  1. Benchmarking (comparazione)

Conoscere e valutare la concorrenza nel tuo mercato di riferimento e compararla con la tua impresa è una mossa strategica. Potrai comprendere il livello di saturazione del mercato e concentrarti su ciò che rende esclusivi i tuoi prodotti.

  1. Valutazione del rischio 

Verifica le percentuali di frodi legate alle carte di credito nei potenziali mercati di destinazione, rivolgendoti alle le autorità locali o utilizzando i report disponibili. Esistono misure che puoi adottare, come i servizi delle aziende specializzate in sicurezza e protezione antifrode in Internet. Utilizzando PayPal per ricevere pagamenti, ad esempio, puoi essere più tutelato se incorri nelle frodi online più comuni. Scopri la Protezione vendite di PayPal per maggiori informazioni sui vantaggi e le condizioni.

  1. Scoprire i consumatori locali

Cerca informazioni sui tuoi potenziali clienti: dove fanno acquisti, cosa cercano e come pagano, in modo da massimizzare il tuo potenziale.

 

Ottimizza l’indice di conversione internazionale

Usare le lingue

Espansione internazionale non significa che devi far tradurre il tuo sito in una moltitudine di lingue. Per iniziare, è consigliabile tradurlo in inglese, visto che il 64% degli europei si sente abbastanza sicuro a fare acquisti in tale lingua[i].

SUGGERIMENTO: Un’idea potrebbe essere offrire assistenza clienti nella lingua locale. Non essere in grado di risolvere un problema è la terza principale barriera per gli acquirenti internazionali.[ii]

Superare gli ostacoli dati delle valute

Per il 14% dei consumatori internazionali, pagare in una valuta estera è percepito come piuttosto scomodo, tanto da far loro abbandonare il carrello[iii]. Utilizzare soluzioni di pagamento riconosciuti a livello internazionale, come PayPal, può essere un’ottima soluzione. Oltre a rassicurare i tuoi acquirenti, PayPal ti consente di accettare pagamenti in 25 valute diverse e la possibilità di gestire come e quando effettuare la conversione.

SUGGERIMENTO: Mantieni un piccolo margine sui prezzi internazionali, in caso di improvvise variazioni dei tassi di cambio.

Avere una buona strategia di spedizioni

Spese di consegna e di reso elevate sono considerate in tutto il mondo uno dei problemi principali per gli acquirenti che comprano sui siti internazionali[iv]. Offrire la spedizione gratuita aggiungendola al prezzo del prodotto indicato è una buona soluzione per ovviare a questo problema.

SUGGERIMENTO: PayPal può rimborsare le spese di spedizione dei resi. I siti web che hanno chiaramente pubblicizzato questo servizio hanno avuto in media un aumento del 30% di vendite internazionali[v].

 Perché scegliere PayPal?

Con 237 milioni di utenti in più di 200 Paesi e mercati, PayPal è uno dei metodi di pagamento preferiti per gli acquisti online sui siti stranieri e può facilitare il completamento degli acquisti da parte dei consumatori internazionali. Sei pronto per iniziare? Vai al modulo PayPal di Prestashop.

 

 

[i]GFK Belgio 2015
[ii] GFK Belgio 2015
[iii]Studio Ipsos CBT PayPal – 2016
[iv] GFK Belgio 2015
[v] Analisi condotta da PayPal in Italia, Francia,  Spagna e Svezia. Prima del lancio del servizio, le abitudini di acquisto di coloro che avevano attivato il servizio e di quelli che non l’avevano attivato erano sostanzialmente simili.
[i] Gala Global- Can’t Read, Won’t Buy- 2015